Deportati a Fossoli

Il Campo di concentramento di Fossoli venne costruito nel 1942 e fu utilizzato dal Regio Esercito Italiano per imprigionarvi i militari nemici.

Dal dicembre del 1943, dopo la costituzione della Repubblica Sociale Italiana, venne adibito a campo di concentramento per ebrei, fino al marzo del 1944, mese in cui venne trasformato in Polizei – und Durchgangslager (campo poliziesco di transito) e utilizzato dalle SS per smistare i prigionieri nei vari lager nazisti. Nell’agosto del 1944 il campo venne chiuso e trasferito a Bolzano, in località Gries.

Veronesi transitati o deceduti nel Campo di concentramento di Fossoli.

Basevi Attilio
Bembassat Giacomo
Bembassat Vittorio
Bergmann Gino
Bersan Luigi Sante
Bodner Magda
Bodner Mayer
Cailotto Luigi
Calabi Adele Maria
Calabi Benedetto
Coen Giuseppe
Coen Marcello
Cuzzeri Eugenia
Cuzzeri Giacomo
Dames Samuel
Di Pietro Armando
Doczi Alfredo Aladar
Fels Guglielmo
Foà Emma
Folci Antonio
Franco Giacomo o Jacopo
Fresco Fernando
Fresco Marco
Gaiga Gelindo
Gaiga Guerrino
Gennari Silvino
Goldschmiedt Ida
Grassetti Ida
Graziani Adalgisa
Graziani Elvira
Haendler Margarete
Hochwald Carolina
Jenna Lina Arianna
Josefowitz Jolan
Kohn Rosa
Levi Ines
Levi Vittoria
Lombroso Arturo Cesare
Maioli Gaetano
Mancini Renato
Molinaroli Guido
Nahon Margherita
Nasch Albert
Nasch Ingeborg
Perlhafter Josef
Polacco Olga
Pressburger Ernst
Pressburger Gertrude
Pressburger Heinrich
Pressburger Joseph
Recchi o Reschi Adolfo
Riva Protasio
Rogonzinski Johanna
Sass Rosa
Sforni Elda
Sforni Gianfranco (detto Franz)
Sforni Guido
Stanghellini Giovanni
Strauber Gisela
Tanara Michelangelo
Tedeschi Adolfo
Tedeschi Ezio
Tedeschi Giacomo detto Mino
Tedeschi Gino
Tedesco Rocca Laura
Troestler Wilhelm
Verlengo Cesare
Veronesi Danilo
Voghera Enrico
Volterra Ezio
Volterra Federico
Zamatto Guido