Mancini Renato

Mancini RenatoMancini Renato, nasce a Saludeccio (Rimini) il 26 maggio 1914. Maresciallo dell’esercito. Coniugato e padre di una figlia, risiede a Verona. Militare membro di una rete informativa alleata (“Reseaux Rex”). Arrestato il 22 aprile 1944, viene condotto prima a San Vittore e poi, il 9 giugno 1944, al Campo di Fossoli, dove riceve la matricola 1656. Viene fucilato al Poligono di Tiro di Cibeno il 12 luglio 1944 ed è riconosciuto solo grazie al numero di matricola. Dopo gli onori della città di Verona, viene sepolto nella tomba di famiglia.

FontiFondazione Fossoli

FotoFondazione Fossoli