Lorenzoni Guerrina

Lorenzoni GuerrinaLorenzoni Guerrina, figlia di fu Romano e di fu Corina Chiarotto, nasce a Monteforte d’Alpone (Verona) l’8 gennaio 1920. Di mestiere casalinga, viene arrestata dalle Brigate Nere a Castelcerino di Soave (Verona) il 4 settembre 1944 e detenuta (come ostaggio), prima presso il Comando delle Brigate Nere (Scuole Sanmicheli), poi  nella caserma delle Camicie Nere nei pressi del Teatro Romano (sede dell’Ufficio Politico Investigativo – U.P.I.) ed infine presso il Palazzo INA (sede del Comando Generale SS e Polizia di Sicurezza – Befehlshaber der Sicherheitspolizei und des Sicherheitsdienst / B.d.S Italien). Viene successivamente deportata nel Campo di concentramento e transito di Bolzano (Polizei – und Durchgangslager Bozen) nell’ottobre del 1944 o il 16 gennaio 1945. All’arrivo, gli viene dato il numero di matricola 8479 e viene assegnata al Blocco D. Liberata a Bolzano il 1° maggio 1945.

Fonti: Archivio Aned Verona, Venegoni.